STORIE DI UN GIORNALISTA CON UNA LAUREA IN FILOSOFIA. Assioma di Cole "La somma dell'intelligenza sulla Terra è costante; la popolazione è in aumento"

giovedì 22 gennaio 2009

UCCIDE LA MOGLIE DOPO UN SMS DI AVVISO


Una donna di 50 anni, Mariangela Catalano, è stata uccisa a Foggia con un colpo di fucile al volto mentre si trovava a bordo della sua auto, in via Natola, alla periferia della città. La vittima lavorava presso la direzione sanitaria degli Ospedali Riuniti di Foggia. A quanto si è saputo, l'omicidio sarebbe di natura passionale. La vittima era da qualche tempo separata dal marito, di origini siciliane. Secondo le prime indagini della polizia, l'uomo avrebbe agito a bordo di un'autovettura: in via Natola, strada periferica a tre corsie a scorrimento veloce, avrebbe affiancato l'autovettura della donna e avrebbe sparato un colpo di fucile. Il proiettile ha colpito la donna in pieno volto, uccidendola.
Il movente del delitto - secondo le prime indagini - sarebbe di natura passionale. In particolare, si è appreso che ieri sera la donna aveva ricevuto un sms dall'ex marito nel quale erano contenute minacce che gli investigatori sintetizzano così: "Vengo, ti ammazzo e poi mi tolgo la vita".
Fin qui la notizia. Adesso una considerazione. I 50 anni sono una brutta età. Pensi di esserci arrivato a fatica e vorresti vivere tranquillo, ed invece trovi sempre qualcuno che ti rompe le palle, specialmente le ex mogli. E allora cominci a fare pensieri strani, anche estremi, per togliere di mezzo quell'unico ostacolo alla serenità della tua vita. Conosco un sacco di persone, reduci da matrimoni falliti, che hanno passato gli anni seguenti a difendersi dalle aggressioni delle ex mogli o ex mariti che, d'un tratto, malgrado il tradimento, diventano depositari del vittimismo. E un sacco di gente che, quando sente notizie del genere si dice: prima non capivo come fosse possibile, adesso capisco che si può fare!
Questo non per giustificare, ci mancherebbe, un omicidio è un omicidio...!

Nessun commento:

A.S.

A.S.